Pages

mercoledì 19 agosto 2015

IL MATTINO HA L'ORO IN BOCCA


Quale momento della giornata amo e detesto contemporaneamente?! Il mattino.
Adoro le prime luci chiare e tenui, il silenzio della strada, la calma e l'aria fresca anche durante l'estate.
Ma non so voi, io alterno mattine in cui non rivolgo la parola a nessuno a mattine in cui sorrido ancor prima di aprire gli occhi! :-)

Cosa non cambia mai? La colazione.
È un momento fondamentale per la famiglia e per la giornata di ognuno di noi.
Una volta sveglia, riposata e dopo essermi sciacquata il viso con acqua rigorosamente fredda corro in cucina a bandire la tavola e servire la colazione che a parte il caffé o l'orzo non mi richiede di stare ai fornelli.
Soprattutto il sabato e la domenica mi dedico in particolar modo alla decorazione della tavola, perché se state imparando a conoscermi, curare i dettagli è la mia mania.
Questi sono gli unici giorni in cui riesco a preparare la tavola con calma sperando che gli altri si sveglino dopo di me, perché nei giorni feriali i ritmi di ognuno di noi sono diversi.


Di solito faccio colazione con una tazza d'orzo (non bevo il caffè!) addolcita col miele, oppure con una tazza di latte vetegale spesso e volentieri al cacao. Non possono mancare, inoltre, un bicchiere d'acqua e qualche biscottino.

In questi ultimi anni ho scoperto l'importanza di una colazione genuina, di fatti compro soltanto prodotti biologici che non mi appesantiscano lo stomaco.
Ho vissuto per anni, soprattutto da bambina, giornate di tremendi dolori causati da latte e brioche confezionate che mangiavo al mattino.
State attenti, è vero che la colazione dev'essere abbondante ma cercate di evitare i prodotti che le grandi aziende alimentari ci propinano nei supermercati.
Finalmente ho eliminato quello che prima mi faceva male e così ho cominciato ad amare questo momento in cui tutti insieme siamo pronti per cominciare una nuova giornata.



Nessun commento:

Posta un commento

Leave a reply.